Google Translate
 
CATEGORIE
INFO
ARTICOLI

Guida alla scelta di una fioriera

Postato da thepatriot 09/10/2019 0 Commenti Descrizione Prodotti,

 

 

Questo è un articolo della serie: “tutto quello che c’è da sapere sulle fioriere

 

 

Scopri gli altri articoli:

 

 

Vantaggi di una fioriera

 

 

Le migliori fioriere del web

 

 

 

 

 

Guida alla scelta di una fioriera

 

 

 

 

 

CLICCA QUI per vedere le nostre fioriere o CONTATTACI per un preventivo gratuito senza impegno alla mail: info@baiasicura.it

 

 

 

 

 

Se hai deciso di riorganizzare gli spazi dedicati alle piante, che si tratti di giardino o di balcone, è necessario capire quale tipologia di strumento puoi utilizzare per ottenere l'effetto che desideri.
 

 

 

In questa guida spiegheremo come allestire uno spazio dedicato al verde.

 

 

 

 

VASI O FIORIERE

 

 

La scelta fra vasi e fioriere dipende dallo spazio che si ha a disposizione e dal luogo in cui si andrebbero a collocare le piante.
 

 

 

I vasi sono espressamente consigliati per balconi o comunque estremità che non reggono pesi notevoli su di essi, oltre che per piante di non grandi dimensioni.
 

 

 

Lo spazio occupato dai vasi deve essere proporzionato al luogo in cui si intende porre le piante.
 

 

 

L'effetto di una fitta vegetazione, purchè implichi piante di piccole e medie dimensioni, si può quindi ottenere anche con la collocazione di vasi nel luogo prescelto.
 

 

 

Se invece si ha a disposizione maggiore spazio oppure una struttura solida da allestire che regga un peso anche notevole, si può optare per delle fioriere anche di grandi dimensioni.
 

 

 

L'idea di arredare il proprio balcone o il proprio giardino o un terrazzo che altrimenti apparirebbe spoglio, significa voler dare colore all'intera struttura e godere dei profumi che le piante possono assicurare.

 

 

 

 

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLE FIORIERE

 

 

Per capire quale tipologia di fioriera sia più opportuna per il tuo spazio, occorre conoscere le caratteristiche principali delle fioriere attualmente in commercio.

 

 

 

I materiali sono diversi: si passa dalla resina senz'altro più economica, al legno dai caratteri essenziali, oppure al cemento, al ferro battuto, alla pietra o alla più comune plastica.
 

 

 

Anche la forma ha la sua notevole importanza: si passa da quelle di dimensioni minime, a quelle più ampie, per poi passare a quelle dedicate a piante rampicanti.
 

 

 

Stabiliti materiali e forme ed identificato uno stile cui attenersi, puoi iniziare a farti un'idea un po' più precisa di come il tuo progetto inizi a prender vita!

 

 

 

 

GUIDA ALLA SCELTA

 

 

Fioriere in legno: se ti interessa allestire il tuo giardino e proteggere le radici delle tue piante dai cambiamenti climatici che possono variare da un freddo eccessivo durante l'inverno ad un'esagerata siccitá in piena estate, puoi optare per questo tipo di fioriere.
 

 

 

Vantaggi: Consentono una traspirazione maggiore del terriccio; piuttosto isolante termicamente; dall'aspetto naturale e gradevole alla vista.
 

 

 

Svantaggi: Se non trattato in modo opportuno, non impedisce adeguatamente la fuoriuscita dell'acqua.
 

 

 

Piante: quelle più soggette a maggiori sbalzi di temperatura.

 

 

Fioriere in plastica: sono facilmente adattabili e coordinabili con l'arredamento circostante, per via della vasta scelta di colori presenti sul mercato; queste fioriere sono piuttosto economiche e versatili, ed ottime sia negli spazi più grandi, sia in quelli più ristretti.
 

 

 

Vantaggi: il materiale é durevole nel tempo e non ha bisogno di accorgimenti particolari; é adatto sia per collocazioni interne sia per quelle esterne; i prezzi di acquisto sono piuttosto contenuti.
 

 

 

Svantaggi: Se si espone questo tipo di fioriere al sole per troppo tempo, la colorazione esterna del prodotto potrebbe schiarirsi; il materiale della fioriera non ha caratteristiche drenanti quindi non trattiene l'acqua, causando sgocciolamento.
 

 

 

Piante: generalmente possono essere adatte piante che non sviluppano radici voluminose, perché potrebbero piegare le parti laterali della fioriera.

 

 

Fioriere in resina: la scelta ricade su questo genere di prodotto se vuoi unire le caratteristiche di colore e fantasia di arredo, a quelle di resistenza nei confronti degli agenti atmosferici. Queste fioriere infatti, molto più durature di quelle in plastica, ne conservano la versatilitá, aumentando l'efficacia.
 

 

 

Vantaggi: economiche, leggere e facilmente trasportabili; la scelta fra modelli é vasta per le varie colorazioni e disegni; resistenti per gli ambienti esterni.
 

 

 

Svantaggi: possono apparire esteticamente finte, manifestando all'occhio del visitatore quella nota più sgradevole rispetto alle altre.
 

 

 

Piante: qualsiasi come ortensie, gerani, surfini, ecc.

 

 

Fioriere in cemento: alcune dalle forme più geometriche e dalle linee dritte, altre più particolari e morbide, queste fioriere sono decisamente adatte per contesti esterni, a causa del loro importante peso e dello spazio volumetrico che occupano.
 

 

 

Vantaggi: garantiscono una resistenza eccezionale e possono sostenere anche pesi di alberi di notevoli dimensioni.
 

 

 

Svantaggi: sono decisamente pesanti e difficili da spostare; serve un grande spazio per collocarle in modo corretto e nel caso si acquisti la tipologia non forata, devi optare per una fioriera in resina da collocare all'interno di quella in cemento perchè le tue piante crescano floride.
 

 

 

Piante: qualsiasi pianta cui piaccia monopolizzare gli spazi del giardino a discapito delle altre piante, come la boungaville, ma anche piante e fiori dai colori e dai profumi più intensi.

 

 

Fioriere in ferro battuto: che si distinguono in fioriere con un uso del materiale più pieno, ed in quelle che fungono da supporto nei confronti di vasi o fioriere in resina o in plastica. Calcolando un peso adeguato per questo genere di prodotti, puoi optare per i disegni più vari.
 

 

 

Vantaggi: la personalizzazione di queste fioriere è fra le migliori, infatti possono essere verticali oppure orizzontali a seconda dei bisogni e riportare temi e fantasie desiderati.
 

 

 

Svantaggi: hanno bisogno di una manutenzione in modo più reiterato nel tempo rispetto alle altre fioriere; quelle con maggiori dettagli e maggiore impiego di materiale costano di più.
 

 

 

Piante: tutte, perché non siano esageratamente pesanti.

 

 

Fioriere in rattan: si tratta di una fibra che viene estratta e lavorata direttamente da un certo tipo di palme, quindi si tratta di un materiale di origine vegetale ecocompatibile piuttosto leggero. Al loro interno contengono comunque uno strato in alluminio.
 

 

 

Vantaggi: esteticamente molto bello da vedere, questo materiale risulta leggero e facilmente collocabile anche sui balconi.
 

 

 

Svantaggi: essendo di origine naturale, il materiale non ha una grande durata nel tempo e tende a rovinarsi.
 

 

 

Piante: qualsiasi tipo di piante, in particolar modo quelle appartenenti alla famiglia delle palme.

 

 

 

 

FORME E MODELLO

 

 

Per qualsiasi fioriera si decida fra quelle sopra indicate, bisogna aggiungere la necessità di optare per una forma ed un modello opportuni per gli spazi che si hanno a disposizione: esistono infatti sul mercato dai modelli classici rettangolari a quelli angolari, a quelli con balaustre e supporti, in modo che qualsiasi esigenza possa essere adeguatamente affrontata.
 

 

 

È raccomandabile che tu abbia un'idea precisa dello spazio che vuoi impiegare perché le piante abbiano una precisa collocazione, in modo da creare armonia e valorizzare l'intero ambiente.

 

 

 

 

 

 

 

CLICCA QUI per vedere le nostre fioriere o CONTATTACI per un preventivo gratuito senza impegno alla mail: info@baiasicura.it

 

 

 

 

 

 

 

Questo è un articolo della serie: “tutto quello che c’è da sapere sulle fioriere

 

 

Scopri gli altri articoli:

 

 

Vantaggi di una fioriera

 

 

Le migliori fioriere del web

 

 

 

 

 

Lascia un commento